Coronavirus, Vittorino: “Convocare il consiglio comunale per avere aggiornamenti sugli interventi in atto”

"È un errore non aver firmato la richiesta a Musumeci". Scatta la polemica tra le fila dell'opposizione

0

MONREALE- “Sarebbe giusto convocare il consiglio comunale magari solamente con i capigruppo per avere aggiornamenti su quello che si sta facendo in materia di prevenzione sul nostro territorio”. A chiederlo è Mimmo Vittorino dei Popolari per Monreale. 

In un momento così delicato per il consigliere d’opposizione è opportuno non sospendere i consigli comunali “fondamentali affinché ognuno possa continuare a svolgere il proprio ruolo e per scambiarsi suggerimenti per dare una mano nell’organizzazione delle attività a sostegno della collettività”.

Poi Vittorino fa eco al collega di Alternativa Civica, Piero Capizzi, e passa alla critica nei confronti del sindaco di Monreale. “È un errore – dice il consigliere dei Popolari per Monreale – non aver firmato la richiesta al Presidente Musumeci per avviare una campagna di screening. Anzi Monreale doveva farsi promotore di questo vista la grandezza territoriale e di abitanti”. 

Tra le 41 firme dei primi cittadini inviate al governatore non c’è quella del sindaco di Monreale, Alberto Arcidiacono che ha spiegato di non aver aderito perchè “la regione è già impegnata su questo fronte“.

Ieri mattina alcuni sindaci del palermitano, capeggiati dal primo cittadino di Cerda, avevano chiesto formalmente che la Regione si faccesse carico di avviare una campagna di screening, attraverso l’esecuzione di tamponi orofaringei, sui cittadini giudicati a rischio come medici, farmacisti, cassieri e altri professionisti a contatto continuo con il pubblico. I sindaci avevano chiesto anche l’ausilio dell’Esercito Italiano per venire incontro alle forze dell’ordine disposte attualmente sul territorio.

 

 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.