Caputo: ”Decreto Cura Italia inadeguato. Chi ha attività ferme come farà il 31 maggio a pagare tasse e tributi in unica soluzione?

“Necessario slittamento di almeno 12 mesi, sospensione di pagamenti di utenze idriche ed elettriche”

0

PALERMO – ”Decreto Cura Italia inadeguato. Chi non lavora ha attività chiuse e produzioni ferme, come farà il 31 maggio a pagare tasse e tributi, per giunta in unica soluzione? Chi non lavora oggi come potrà pagare domani”?

Il deputato regionale di Forza Italia Mario Caputo, componente la Commissione parlamentare Attività Produttive, ha presentato un ordine del giorno al Governo regionale perché intervenga sul Presidente Conte per chiedere misure più adeguate alla gravissima crisi economica che sta investendo la Nazione.

“Bene ha fatto Musumeci a chiedere la presenza dell’Esercito in Sicilia, ma mi aspetto che con la stessa determinazione chieda al Governo misure per un concreto sostegno al mondo della economia e delle professioni in Sicilia”.

Caputo chiede al governo nazionale coraggio, nella consapevolezza della necessità di adottare provvedimenti forti. Non basta “limitarsi a spostare di poche settimane scadenze tributarie e tasse”.

“Bisognava prevedere uno slittamento di almeno 12 mesi, dopo la cessazione della emergenza virale. Come era necessario adottare anche in Sicilia la sospensione di pagamenti di utenze idriche ed elettriche e pagamenti di fatture commerciali e canoni di locazione. E prevedere agevolazioni da parte delle banche nell’erogazione di prestiti e finanziamenti per garantire la ripresa economica. Spostare nel tempo la crisi ha dimostrato mancanza di coraggio e scarsa conoscenza del mondo produttivo e professionale da parte del Governo Nazionale”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.