Arcidiacono: “Un grazie a forze dell’ordine, medici, farmacisti, infermieri, operatori sanitari, mettono a rischio la loro vita per garantire i servizi essenziali”

Emergenza Coronavirus: disinfezione in città e frazioni, distribuzione di viveri alle famiglie bisognose, a Monreale operativo 24 or su 24 il Centro Operativo Comunale di Monreale (C.O.C.)

0

MONREALE – Operativo 24 or su 24 il Centro Operativo Comunale di Monreale (C.O.C.) composto da dirigenti, agenti di Polizia Municipale, funzionari, tecnici, operatori, operai, operatori ecologici e volontari che stanno intervenendo giorno e notte per fronteggiare l’emergenza coronavirus sotto la guida diretta del sindaco Alberto Arcidiacono.

Monreale infezione contro il Coronavirus

Monreale infezione contro il Coronavirus

Publiée par FiloDiretto Monreale sur Mercredi 18 mars 2020

Il primo cittadino si avvale di tutto il personale del COC per attivare tutte le misure straordinarie che possano garantire la sicurezza pubblica.

Squadre di operai comunali sono impegnati quotidianamente nel servizio di disinfezione fino alle 02.00 circa, girando anche nelle frazioni nelle ore notturne. A Grisì opera una squadra di tre operai  a giorni alterni di mattina e di sera con un atomizzatore privato. La Protezione Civile al momento ha messo a disposizione 2 moduli, di cui uno utilizzato dal comune con un impiegato comunale, che di mattina si occupa di comunicare con il megafono tutte le notizie importanti. Dalle ore 20.30 parte la disinfezione eseguita con prodotti a base di ipoclorito come la amuchina, in tutte le strade del centro e della periferia.

Inoltre, la protezione civile si sta anche occupando della distribuzione degli alimenti all’interno della sede del Circolo Italia sotto il Palazzo di città, grazie agli alimenti messi a disposizione dalla Caritas diocesana, da associazioni e commercianti. “Sono veramente orgoglioso – dichiara il

 

Sindaco Alberto Arcidiacono – del lavoro svolto con grande senso di responsabilità, professionalità, da parte di tantissimi dipendenti comunali, operatori, volontari, associazioni che stanno dimostrando grande amore verso la propria città. Ma un ringraziamento particolare in questo momento va alle forze dell’ordine, ai medici, farmacisti, infermieri, operatori sanitari e a tutti coloro che lavorano nelle attività aperte al pubblico per garantire i servizi essenziali, mettendo a rischio la loro vita“.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.