Palermo, Orlando sospende la Ztl fino al 3 aprile

Il sindaco ha dato disposizione agli uffici comunali di predisporre lo stop all'ordinanza. L'esponente di Europa Verde: "Ecco cosa il sindaco dovrebbe fare per la città"

0

Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando ha dato disposizione oggi agli uffici del Comune di Palermo di predisporre l’ordinanza per la sospensione della Zona a Traffico Limitato fino al 3 aprile prossimo.

Il motivo di questa sospensione è per contrastare la diffusione del Coronavirus, dichiarato oggi dall’Oms Pandemia.

“Nel momento in cui un nuovo provvedimento del governo impone restrizioni rigidissime alla mobilità personale anche in ambito urbano, afferma Orlando, limitando gli spostamenti soltanto a quelli strettamente necessari per lavoro, salute ed esigenze personali non rinviabili, è evidente che si determinerà un drastico calo del traffico cittadino e quindi viene meno l’esigenza della zona a traffico limitato”. La sospensione entrerà in vigore dopo la pubblicazione dell’ordinanza comunale.

Intanto l’esponente di Europa Verde, Nadia Spallitta, ha scritto in un comunicato le dieci cose che dovrebbe fare il sindaco di Palermo. L’esponente ritiene che in questo momento di grave crisi sanitaria ed economica determinata dal Coronavirus, il sindaco possa adottare una serie di provvedimenti necessari e utili per la città di Palermo e sono:


1. Provvedere alla sanificazione dei mezzi pubblici, autobus e tram;
2. Sospensione delle ztl ed in particolar modo di quella notturna, anche a tutela della salute dei cittadini, dal momento che promuovere, in questo momento, l’uso che potrebbe essere promiscuo di mezzi pubblici e taxi condivisi, sembra contrastare con le norme di  contenimento adottate dal Governo. (Avendone altresì i poteri anche in virtù delle norme del codice della strada);
3. Provvedere al lavaggio e disinfestazione di strade e marciapiedi;
4. Garantire l’efficienza del servizio di smaltimento dei rifiuti;
5. Sospendere e abbattere i tributi locali ed in particolare la Tari e la tassa di soggiorno;
6. Provvedere a garantire un alloggio sicuro ai tanti senzatetto, utilizzando tutte le strutture pubbliche, anche con accordi con altri enti titolari di beni immobili;
7. Promuovere presso il Governo nazionale misure straordinarie di finanziamento degli enti locali, in modo da consentire l’abbattimento delle tasse comunali;
8. Sospendere eventuali aumenti delle tariffe relative ai servizi pubblici, ivi compresi quelli relativi al servizio idrico fornito dall’Amap;
9. Adottare tutte le misure urgenti e indispensabili per la validità e l’efficacia del Piano di Protezione civile della città di Palermo;
10. Instituire un fondo per le emergenze sanitarie.
 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.