Palermo, Calenda presenta “Azione”: un movimento di centro sinistra che guarda ai delusi di Forza Italia

Azione nasce dal fallimento del governo giallo rosso e dall’incoerenza di Matteo Renzi

PALERMO – Ai Magneti Cowork di Palermo l’ex ministro Carlo Calenda ieri ha presentato “Azione”, il suo nuovo movimento di ispirazione liberale socialdemocratica. 

In una sala abbastanza gremita, Calenda si è presentato con un elenco di inefficienze prodotte dai provvedimenti del governo giallo-verde, soffermandosi soprattutto sul reddito di cittadinanza, firmato 5 Stelle, e su quota 100 targata Lega. 

E nel suo intervento ha sottolineato i risultati ottenuti soprattutto in Sicilia. Su 158.000 beneficiari del RDT solo 173 hanno firmato contratti effettivi di cui 30 a tempo indeterminato e 143 a tempo determinato. E si tratta soprattutto di addetti alle vendite e di animatori turistici. A fronte di 429 navigator e di 1,1 miliardo di spesa pubblica.

Calenda ha quindi spiegato la sua collocazione politica, che rimane nel centro sinistra, guardando anche nel bacino di Forza Italia, tra quegli elettori che non si riconoscono nella destra Salviniana. E a chi gli chiede il perché non si fosse coalizzato con Matteo Renzi, ha risposto che per lui la coerenza è fondamentale. Calenda non ha condiviso la nascita del governo giallo-rosso, di cui Renzi rimane l’artefice.

Ha invece ribadito che per sconfiggere la destra populista non bisogna attaccarla con la teoria del razzismo o dell’antifascismo, ma con ragionamenti politici razionali e argomentati con dei fatti precisi, a partire dalla discussione del Mes che è stata avviata e approvata nel 2010 dal centro destra. 

Per Calenda la conoscenza è cultura e il suo movimento, Azione, nasce su questi auspici. Il

Popolo di centro, liberale socialdemocratico, ha bisogno di una rappresentanza seria, e riferendosi alla Brexit ha affermato dell’importanza di rimanere sempre vigili perché l’Europa rimane una grande opportunità e bisogna farla crescere per le sfide future.

Come vede il futuro per il nuovo movimento? Azione in venti giorni ha raggiunto il 3%, e per Calenda l’obiettivo è di arrivare all’8%.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.