Segnala a Zazoom - Blog Directory

Nessun contratto per i lavoratori ACS, Vittorino e Di Verde: “Occorre discutere del reintegro”

MONREALE – Nessun rinnovo di contratto per i tre parcheggiatori dell’Automobile Club Servizi s.r.l.. “Occorre fissare un incontro con la società per poter discutere del reintegro dei lavoratori con contratto trimestrale part time scaduto a settembre”. La precarietà occupazionale degli ausiliari del traffico di Monreale è l’argomento che ha aperto il consiglio comunale di ieri pomeriggio. L’ordine del giorno portato in aula Biagio Giordano dai consiglieri dei Popolari per Monreale, Giuseppe Di Verde e Mimmo Vittorino, ha trovato il voto unanime dei colleghi presenti. 

Il 30 settembre è stato l’ultimo giorno di lavoro previsto dal contratto trimestrale firmato dai 3 lavoratori dell’Automobile Club Servizi s.r.l., la società gestisce le strisce blu assieme ai bagni pubblici del parcheggio Cirba Torres. La ACS di Palermo, nel 2016, si è aggiudicata la gestione per quattro anni dei parcheggi pubblici per pullman e autovetture, quelli stazionanti nel parcheggio “Cirba-Torres”, in piazza I. Florio, in via I. Florio e negli stalli con le strisce blu dislocati lungo le principali arterie della città.

La scelta aziendale – ha spiegato più volte uno dei dirigenti della società, Antonio Rimi – è legata ai flussi di cassa che sono correlati essenzialmente ai flussi turistici. Se il periodo invernale non consentirebbe all’azienda di sostenere il carico di tutti i dipendenti, ad aprile l’avvio dei maggiori flussi turistici potrebbe permettere di richiamare tutto il personale.

Tra le richieste dell’ACS da tempo ci sarebbe la formazione degli ausiliari del traffico. L’assenza del controllo delle zone blu, infatti, sta diffondendo tra gli automobilisti l’abitudine a fare a meno del ticket. Generando di contro un mancato incasso. “Siamo in attesa – dichiara Rimi – che il Comune di Monreale evada le richieste inoltrate in questi mesi. Non manca né il dialogo né la disponibilità da parte dell’Ente ma dovrebbe far seguire i fatti a quanto concordato”. 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.