Ragazzo guarisce da tumore, a Palermo si grida al miracolo di Santa Rosalia

0

PALERMO – Sarebbe un miracolo di Santa Rosalia la guarigione di un ragazzo malato di cancro e il suo suicidio evitato. Lo ha annunciato don Gaetano Ceravolo, reggente del Santuario di Santa Rosalia nel corso delle celebrazioni di ieri, giorno in cui si festeggia proprio la santa palermitana.

La guarigione sarebbe un prodigio inspiegabile, testimoniato dalla presenza di un cappio lasciato come ex voto al Santuario proprio dal giovane che sarebbe guarito da brutto male.  «Posso testimoniare – ha detto il presule – di tanti altri prodigi che Dio ha fatto, grazie all’intercessione della nostra Santuzza».

Nei cuori dei pellegrini accorsi ieri nei biglietti lasciati nella grotta c’è di tutto: chi chiedeva una grazia speciale, chi affidava alla Santa e a Dio sofferenze e preoccupazioni, chi non smetteva di ringraziare per aver ottenuto finalmente un contratto di lavoro, chi si è abbandonato all’angoscia per una grave malattia.

Al termine delle celebrazione una processione con la reliquia di Santa Rosalia si è snodata fino alla grotta.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.