Partinico, maxi coltivazione di marijuana: arrestati padre e figlio con pollice verde

0

PARTINICO – Il padre e il figlio hanno costruito una serra di marijuana che avrebbe fruttato almeno 100mila euro. La scoperta è stata fatta dai carabinieri di Partinico in contrada Tammì. Erano 112 le piante coltivate nel terreno di famiglia.

Come riporta il Giornale di Sicilia, a finire in manette per poche ore, con l’accusa di coltivazione illecita di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio sono stati i partinicesi Leonardo Baucina, 57 anni e il figlio Baldassare, 26 anni, entrambi agricoltori.

I militari hanno rinvenuto piante, di un’altezza media compresa tra i 40 centimetri e i due metri di altezza che crescevano rigogliose grazie alle costanti cure e alle attenzioni dei due «giardinieri», che le annaffiavano regolarmente a mano.

La coltivazione era ben nascosta in mezzo alla vegetazione ma non è sfuggita al personale del 9° elinucleo dei carabinieri di Palermo..

La sostanza stupefacente è stata inviata al Laboratorio di analisi sostanze stupefacenti ( Lass) del reparto operativo di Palermo. Padre e figlio sono stati giudicati con il rito direttissimo che si è svolto al tribunale di Palermo.

A conclusione dell’udienza padre e figlio che hanno avuto convalidato l’arresto, sono stati condannati, con il patteggiamento, a due anni di reclusione e al pagamento di 6.000 euro di multa ciascuno, pena sospesa. Quindi sono stati rimessi in libertà.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.