Omicidio Manzella. Seggio incastrato dalla telecamere di via Olio di Lino e via Molara

0

Palermo, 31 marzo 2019 – Sono state le telecamere di videosorveglianza installate in via Olio di Lino e in via Molara a suggerire agli investigatori la pista che li ha condotti a Pietro Seggio, il titolare della pizzeria “All’antico Borgo”, alla Molara, arrestato come esecutore dell’omicidio di Giuseppe Manzella, avvenuto la sera di domenica 17 marzo. Un omicidio avvenuto con un colpo alla tempia, sparato con molta probabilità da una delle due pistole che Seggio deteneva legalmente.

Alla base dell’omicidio, sembra, il debito di 700 € che Seggio avrebbe accumulato nei confronti di Manzella, per la droga che questi gli riforniva. Una brutta storia, quella della dipendenza dalla cocaina di Seggio, tanto che sia la moglie che il padre avevano avuto più volte dei contrasti con il Manzella intimandogli di non rifornire più Pietro. Il padre avrebbe minacciato di morte lo stesso Manzella, nel caso non avesse smesso di vendere la droga al figlio.

I poliziotti della squadra mobile di Palermo, coordinati da Rodolfo Ruperti, avrebbero smontato le dichiarazioni addotte da Seggio per crearsi un alibi la sera del delitto, avvenuto presumibilmente intorno alla mezzanotte.

Seggio, difeso dall’avvocato Giovanni Castronovo, avrebbe dichiarato di avere contatto Manzella intorno alle 17,30 della domenica per incontrarlo poco dopo, per acquistare della droga. E di averlo ricontattato intorno alle 20, per un altro acquisto, avvenuto intorno alle 22,00, davanti al locale. Ma che poi sarebbe rimasto in pizzeria fino dopo la mezzanotte, per incontrare una ragazza, per poi andare via solamente dopo le 24,00.

Gli inquirenti sono riusciti ad individuare la donna, che avrebbe negato però l’intenzione di incontrarsi con Seggio, confermando soltanto di avervi chattato nel pomeriggio.

La telecamera installata su via Molara, dove si trova la pizzeria di Seggio, ha immortalato una Fiat Panda uscire dal locale alle 23,13 per rientrarvi poco dopo. Quella collocata in Via Olio di Lino ha invece ripreso l’automobile nel percorso verso via Gaetano Costa, il luogo del delitto.

La moglie di Manzella ha dichiarato ai poliziotti che il marito era uscito di casa intorno alle 23,20, molto agitato per una recente telefonata. La donna ricorda che il marito prima di uscire aveva prelevato della droga conservata in casa.

Una serie di elementi che renderebbero plausibile quindi l’uscita di Seggio dal locale per andare a compiere l’omicidio. Il movente sarebbe la pressione di Manzella ad avere restituito il debito contratto.

Domani, al palazzo di giustizia, si terrà l’udienza di convalida del fermo.

Omicidio Manzella. Arrestato Pietro Seggio, titolare della pizzeria all’Antico Borgo della Molara

Manzella ritenuto il responsabile della dipendenza da cocaina di Seggio

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.