Monreale, declassamento terreni edificabili non accessibili. Il consiglio comunale approva. Lo Coco: “Risparmio per i cittadini”

0

Monreale, 23 gennaio 2019 – Il territorio di Monreale, in particolare quello delle frazioni, è pieno di terreni per i quali i cittadini pagano l’IMU con l’aliquota più elevata prevista per i terreni edificabili quando in realtà la normativa urbanistica comunale non consente loro il rilascio di permessi di costruire trattando il terreno, nei fatti, come un terreno agricolo. Si tratta spesso di terreni inaccessibili.

In Consiglio Comunale, ieri pomeriggio, è stato approvato l’ordine del giorno relativo alla possibilità di procedere col declassamento di parte dei terreni edificabili in terreni agricoli. La proposta, primo firmatario il consigliere comunale Giuseppe Lo Coco (Diventerà Bellissima), è stata approvata all’unanimità, e impegna l’amministrazione comunale a predisporre un bando esplorativo affinché i singoli proprietari possano presentare istanza di retrocessione dei propri terreni ad aree prive di capacità edificatoria. Questo gli consentirebbe un notevole risparmio in termini di IMU.

“Altri comuni, come Pescara e Vasto, – ha spiegato in aula il consigliere Lo Coco – hanno adottato la delibera di giunta, poi approvata in consiglio comunale, affinché si possa procedere alla variazione del Piano Regolatore Generale. Ho chiesto all’amministrazione di convocare una conferenza di servizio con il dirigente dell’ufficio tecnico per lavorare sulla variante al piano regolatore”.

L’iter è avviato, ma ancora servono ulteriori passaggi affinché si possa giungere all’effettivo declassamento di questi terreni con risparmi per le tasche dei proprietari.

Fabio Costantini, candidato sindaco del Movimento 5 Stelle

Anche Fabio Costantini (Movimento Cinque Stelle) ha votato favorevolmente l’ordine del giorno. “Mi sorprende un po’ – ha sottolineato il consigliere pentastellato – vedere che i consiglieri che oggi lo hanno approvato, siano in buona sostanza i medesimi che lo hanno bocciato nel 2014, momento a partire dal quale noi del M5s abbiamo iniziato questa battaglia di perequazione fiscale, presentando gli emendamenti al regolamento IUC che avrebbero poi determinato gli atti conseguenziali per il relativo declassamento.

Siamo comunque lieti che il seme di quella proposta abbia sensibilizzato il consiglio Comunale di Monreale, divenendo oggi frutto, a vantaggio della cittadinanza.

Speriamo che l’amministrazione si adoperi immediatamente per espletare le procedure necessarie affinché i cittadini di Monreale, e delle frazioni in particolare, possano trovare un po’ di respiro avvertendo anche un senso di maggiore giustizia fiscale nei loro confronti”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.