Segnala a Zazoom - Blog Directory

Pioppo. “Tragedia sfiorata”. I genitori degli alunni della scuola elementare B. D’Acquisto scrivono al Prefetto

Pioppo (Monreale), 29 novembre 2018 – Giovedì scorso la tragedia era stata sfiorata. Alle 14,00 una bambina che frequenta la scuola elementare di Pioppo, aveva rischiato di essere investita da un’automobile. Adesso i genitori degli alunni che frequentano la scuola elementare B. D’Acquisto hanno deciso di rivolgersi al Prefetto. Ma minacciano anche di presentare denuncia in Procura.

Dopo vani appelli all’amministrazione comunale, che non è riuscita a garantire un servizio di vigilanza durante gli orari di ingresso e di uscita dalla scuola a causa delle esigue unità di personale a disposizione del Comando della Polizia Municipale, hanno deciso di alzare il tiro. Nella nota inviata anche al sindaco Piero Capizzi, al Comando della Polizia Municipale e, per conoscenza, alla Stazione dei Carabinieri di Pioppo, i genitori segnalano i pericoli che giornalmente corrono i ragazzi. Circa 200 che, assieme ai loro accompagnatori, papà, mamme o nonni, devono quotidianamente evitare le automobili che percorrono la strada provinciale, percorrendo una rampa ripida, addossati su un piccolo marciapiede di 50 cm, “insufficiente ed inadeguato per essere un sicuro luogo di sosta”.

Nella lunga lettera i sottoscrittori lamentano come la problematica si sia protratta nel corso degli anni, e come sia stata sottoposta alle varie amministrazioni senza che queste abbiamo trovato alcuna soluzione. “È una situazione ormai insostenibile. Noi genitori non vogliamo rimanere inermi e passivi di fronte al problema e non vorremmo essere testimoni in futuro di avvenimenti più gravi, tragici e irrimediabili. Pretendiamo che le problematiche riguardanti la sicurezza e l’incolumità dei nostri figli siano oggetto di attenzione da parte dell’Amministrazione comunale che, stante la situazione dei fatti, si mostra insensibile di fronte alle esigenze ed alla incolumità dei bambini”.

In caso di persistenza del disservizio di vigilanza, i genitori minacciano di rivolgersi all’Autorità Giudiziaria, per denunciare di condotta colposa omissiva le istituzioni competenti.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.