Il Mosaico, ancora nessuna coalizione ma tanti interlocutori. “Buon dialogo con Monreale Bene Comune, ma rimangono ancora le distanze”

Con M5S pochi punti di contatto. “L’attuale amministrazione in buona parte responsabile del dissesto finanziario”

Monreale, 17 novembre 2018 – Si è tenuto oggi pomeriggio, alle 17.30 presso i locali del Collegio di Maria, l’Assemblea degli iscritti e dei simpatizzanti de “Il Mosaico“. Il Movimento, presentato il 1 luglio, nasce con l’intenzione di mettere insieme tante realtà associative del territorio, al fine di creare un’amministrazione che metta da parte le strutture partitiche per dare luogo a un cambiamento virtuoso per la città.

L’obiettivo è quello di riavvicinare i cittadini alla politica, specialmente quei cittadini delusi e disillusi, stanchi di promesse senza seguito e di troppe teorie e poca pratica.

L’incontro di oggi vuole quindi cominciare a delineare una linea d’azione condivisa da tutti i partecipanti per realizzare un programma di rinascita e sviluppo nel Comune di Monreale. Si tratta della prima riunione del movimento dopo la sua fondazione, e l’obiettivo di oggi è quello di dare una restituzione ai simpatizzanti del movimento.

“Abbiamo aperto un dialogo con altri gruppi politici – dice Roberto Gambino, portavoce del movimento- e abbiamo stabilito di aggiornarci tra un mese circa per capire se può esserci un percorso condiviso. Fin ora c’è stato un buon dialogo con Monreale Bene Comune, ma rimangono dei punti di distanza”.

Meno probabile sembra invece una coalizione con M5S, con cui è più evidente la scarsità di punti di contatto. “Si è ipotizzato – continua Gambino – che Il Mosaico fosse un movimento nato con l’intenzione di riunire il centro sinistra monrealese. In realtà noi vogliamo slegarci dalle posizioni politiche, con la volontà di mantenere il focus sui problemi di Monreale. Primo tra tutti il dissesto finanziario di cui l’attuale amministrazione è in buona parte responsabile”.

Nel prossimo mese quindi continuerà l’interlocuzione con i soggetti politici monrealesi. Non si sa ancora se Il Mosaico ambirà all’amministrazione e se rimarrà un movimento programmatico-progettuale.  Questo dipenderà in gran parte dalla possibilità di formare una coalizione con cui esistano delle linee guida condivise.

“Se sarà necessario provvedere alla stesura di una lista – dice Gambino -, faremo in modo che la ragion d’essere del movimento sia la partecipazione politica, e non la gara alle amministrative”.

La prossima iniziativa in programma sarà il 28 dicembre, e avrà come oggetto la questione del dissesto finanziario e l’organizzazione delle risorse umane, due temi su cui il Comune di Monreale ha particolari deficit. All’evento parteciperà Fabrizio Dell’Acqua, segretario comunale del Comune di Milano, e l’Assessore Regionale alla formazione Roberto Lagalla.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.