Segnala a Zazoom - Blog Directory

Monreale. Al via il tesseramento PD. Poi si aprirà la fase congressuale

Monreale, 10 dicembre 2017 – Aperto questa mattina il tesseramento 2017 per il Partito Democratico. Un banchetto è stato allestito su Corso Pietro Novelli per raccogliere le adesioni di chi vuole aderire alla “rinascita” della sezione monrealese del partito, dopo le varie defezioni e i “colpi di scena” registrati nelle ultime settimane.

Dall’esito del tesseramento dipenderà la formazione del nuovo direttivo e l’elezione del segretario che dovrà provare a riportare il partito agli splendori del 2014, quando alle amministrative il PD risultò prima forza politica a Monreale.

Per molti militanti si tratta di ripartire da zero, di chiudere la pagina nera segnata dagli ultimi sconquassi interni che ne hanno indebolito fortemente l’immagine pubblica. Di certo si tratta di risalire la china per il nuovo segretario che è chiamato a dettare una linea programmatica con una forte connotazione di centro sinistra, ma non prima di avere chiarito quale relazione intende tenere con il sindaco Capizzi. 

Il nuovo segretario dovrà possedere la capacità di rilanciare il partito in vista delle prossime amministrative. Un appuntamento, quello del 2019, al quale il partito vuole giungere preparato.

Il tesseramento si dovrebbe chiudere venerdì 15 dicembre, anche se potrebbe esserci tempo fino al 31 dicembre. Per domenica 17 programmato invece il congresso locale per eleggere il direttivo. Sui potenziali candidati alla segreteria c’è molto riserbo. 

Silvio Russo, la cui area potrebbe raccogliere anche la maggioranza assoluta delle tessere, non fa alcun nome: “Non è il momento di contare le tessere, ma di guardare come contribuire tutti all’organizzazione del partito”. Ma tra gli addetti ai lavori prende sempre più piede l’opzione Vittorio Di Salvo che, da parte sua, smentisce categoricamente: “Farò sempre politica ma per dare un contributo dall’esterno. C’è un tempo per tutto”.

Un altro nome che trapela è quello del consigliere comunale Manuela Quadrante, sulla quale si starebbe concentrando l’attenzione di un buon numero di iscritti al partito. La Quadrante si è distinta durante questa legislatura per avere assunto delle posizioni non sempre in linea con quelle del partito, in particolar modo durante la segreteria Zuccaro. E più volte ha così segnato le distanze dall’amministrazione Capizzi. Anche la recente approvazione del consuntivo 2016 non porta la sua firma.

Ma intanto l’obiettivo a breve termine è quello di raccogliere un numero di iscritti tale da superare i 69 del 2016. A mancare saranno già una ventina di tessere, quelle che facevano riferimento al gruppo di Zuccaro. A questa importate defezione potrebbe sommarsi quella di coloro che prima di dare fiducia al partito vogliono capire la posizione che si vuole assumere nei confronti dell’amministrazione Capizzi. Se il sindaco confermerà l’alleanza con l’area Zuccaro oggi passata al centro-destra, cosa molto probabile dato il sostegno ricevuto e l’affidabilità mostrata nel corso della legislatura, alcuni militanti del PD vorranno conoscere la posizione ufficiale del partito prima di aderire al nuovo corso. Domani sera se ne discuterà con il commissario Antonio Rubino e con il segretario provinciale Carmelo Miceli che giungeranno a Monreale.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.