Segnala a Zazoom - Blog Directory

Monreale. Giulia, salvata dai volontari. «Rischia di non poter più camminare»

Intanto il cane subirà un intervento di asportazione di un occhio, in seguito sarà trasferito in Veneto

Monreale, 31 ottobre 2017 – Con molta probabilità non potrà più utilizzare le zampe posteriori il pitbull investito a Monreale il 28 ottobre scorso, in via Siracusa, da un pirata della strada ed abbandonato al proprio destino. Ed è grazie all’interesse di alcuni cittadini, in particolare Pietro Faraci, Benedetto Madonia e Silvana Lo Iacono, se al povero animale è stata salvata la vita, senza il loro aiuto infatti, sarebbe sicuramente morto.

Il cane si trova adesso ricoverato presso la clinica veterinaria Primavera a Palermo dopo che, durante i concitati momenti di soccorso, è stato curato dal veterinario autorizzato dal comune di Monreale. L’animale, come detto, non potrà più, con molta probabilità, ad utilizzare le zampe posteriori e dovrà subire un’operazione per l’asportazione di un occhio.

«Abbiamo avuto questa amara sorpresa – racconta a Filodiretto il volontario Benedetto Madonia -, il cane presenta la parte finale della colonna vertebrale seriamente compromessa. I veterinari adesso cercheranno di mettere in asse la colonna vertebrale dell’animale e servirà una TAC per capire le condizioni del midollo osseo». Intanto il cane, stimolato negli arti posteriori non dà risposte.

A dare un importante contributo per le cure del pittbull investito è stata Alessia Lenzi del gruppo animalista Uniti per Loro di Treviso. «Una persona straordinaria – dicono i volontari monrealesi – che ci sta aiutando con tutti i mezzi e ci sta sostenendo economicamente». La stessa volontaria si è impegnata ad ospitare il cane all’interno del proprio centro della città veneta.

 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.