Segnala a Zazoom - Blog Directory

Raccolta differenziata a Monreale, proposte per il miglioramento del servizio

Il dato che salta subito all’occhio è che più raccolta differenziata si attua, oltre ad un introito per il Comune, di concerto si ottiene una riduzione dei costi del trasporto a discarica

Monreale, 3 agosto 2017 – Ho letto con molta attenzione l’articolo da voi pubblicato in data 1 agosto scorso sul rinvio della seduta del consiglio comunale  su richiesta del Consigliere Fabio Costantini, riferentesi all’aumento della TARI.

Pur non essendo un simpatizzante del Movimento 5 Stelle debbo dare atto a Costantini di avere centrato appieno la problematica. Ma procediamo con ordine: l’Amministrazione pur di fare cassa sceglie sempre il metodo sbagliato e cioè di perseguitare sempre coloro che pagano regolarmente i tributi evitando volutamente di perseguire invece una efficace lotta agli evasori. Ai tempi d’oggi e con le tecnologie esistenti è facile fare un semplice riscontro tra residenti e fruitori del servizio rifiuti. Ma queste direttive non vengono date né tantomeno si affronta compiutamente la questione. Perché?

Nel dicembre 2015 e nel gennaio 2017, portai a conoscenza dei consiglieri tutti della maggioranza ed alcuni consiglieri dell’opposizione, oltre al Sindaco ed all’Assessore competente Giuseppe Cangemi di tutta la problematica, fornendo dati ed opinioni, sperando in una risposta.

Dai vertici dell’Amministrazione nessuna risposta mentre dai consiglieri l’unica risposta pervenuta fu che l’avevano discussa in commissione ma il Segretario Generale si opponeva. Credo, a mio avviso, ma posso anche sbagliarmi, che il Segretario Generale dovrebbe esprimere parere giuridico sulla fattibilità delle scelte e non interferire nelle stesse che ricadono esclusivamente sulla responsabilità degli amministratori.

Ma procediamo riportando in parte quanto sollevato nelle mie proposte precedentemente avanzate.

 

  • Intanto è bene precisare che non si può parlare di raccolta differenziata effettuata dal Comune in quanto sono gli stessi cittadini che fanno la differenziata portando i rifiuti ai centri raccolta nelle giornate stabilite e non il Comune tramite un servizio porta a porta come in altri paesi se si eccettuano solamente poche strade interessate della cittadina.
  • Molti cittadini non effettuano la consegna al centro raccolta perché gli orari (dalle 07,30 alle 12) a volte non sono compatibili con le esigenze proprie. Pertanto sarebbe opportuno allargare tale fascia oraria e prevedere almeno due rientri pomeridiani, ma soprattutto ubicare il Centro Raccolta sito in Monreale in un sito più agevole per i cittadini.
  • Per ogni tonnellata di rifiuti raccolti il Comune risparmia il costo di avviamento a discarica del materiale raccolto (Bellolampo, Siculiana o altrove). La media per il 2015/2016 è stata di circa 12 tonnellate giornaliere per un totale di 4 viaggi.
  • Di contro per ogni tonnellata di prodotti riciclato avviato o ritirato nei Centri di stoccaggio il Comune riceve un corrispettivo.
  • Il Regolamento  prevede che a fronte di una consegna di 100 Kg. si ha una riduzione del 10/% solamente sulla parte variabile del tributo, per aumentare gradualmente fino ad un massimo del 30% conferendo 300Kg. di rifiuti. Non esistono parametri superiori di riferimento. Per fare un esempio su un appartamento medio di 100 mq. Il risparmio è di 20/40/60 euri annuali a fronte di un esborso totale di circa 450 euri.
  • Il sottoscritto (come altri cittadini) avendo superato nell’anno 2014 il peso di 300 kg., ha beneficiato di una riduzione a fronte di un importo complessivo di tributo di €  441 (abitazione + box  x 116 metri quadri), semplicemente di € 66. Stesso discorso vale con le dovute proporzioni per coloro che usufruiscono di tale riduzione.
  • E’ evidente che con questi importi irrisori, nessun cittadino si sentirebbe motivato od incentivato ad effettuare la differenziata, preferendo gettare i rifiuti negli appositi cassonetti evitando di tenere sacchi e scatole quotidianamente presso la propria abitazione ed evitando altresì di conferirli al Centro Raccolta. Quindi la strada percorribile è quella di aumentare gli scaglioni o aumentare le percentuali di sgravio.
  • Sarebbe auspicabile che per quanto riguarda la raccolta differenziata che gli scaglioni con le percentuali ferme al 30% venissero ampliate.
  • Inoltre non è possibile cumulare vari benefici previsti dal Regolamento perché il massimo di beneficio è del 30%. Un cittadino che abita in una zona non servita e che civilmente ottempera gettando i rifiuti nel contenitore distante e che oltre, per senso civico, vuole effettuare la differenziata, non si sentirebbe motivato preferendo il deposito nel cassonetto (questo nella migliore delle ipotesi perché molti cittadini, incivilmente, gettano i rifiuti per strada con costi aggiuntivi per il Comune).
  • Sarebbe inoltre opportuno incrementare il ritiro gratuito dei rifiuti ingombranti.
  • Necessita una migliore ubicazione per il Centro raccolta a Monreale  che dove è posto, Salita Garibaldi, genera intralci alla circolazione e disagi ai cittadini che vi si recano.
  • Sono state stipulate apposite convenzioni, che producono reddito, con i Consorzi della carta e cartone, del vetro e della plastica. Stranamente ci si è dimenticati di stipulare apposita convenzione per il recupero dell’alluminio malgrado le sollecitazioni fatte.

 

Pertanto se si è convinti della giustezza delle superiori argomentazione, suggerisco di proporre una variazione al Regolamento che preveda la modifica della normativa vigente. Per tale modifica non necessitano molti studi o riunioni, basta passare dalla commissione competente e portare la modifica in Aula. Il tutto potrebbe essere approvato entro poche settimane. I benefici per il Comune sarebbero non indifferenti, tenuto conto che molti cittadini si vanno sensibilizzando alla raccolta differenziata, ma occorre renderla veramente efficace altrimenti si rischia la disaffezione e il rilascio nei vari cassonetti.

Sarebbe opportuno anche distribuire o affiggere un manifesto per le nuove novità e di concerto avviare una campagna di coinvolgimento nelle scuole.

Questa lettera, senza nulla voler togliere all’opera egregia che i consiglieri e tutti gli amministratori svolgono quotidianamente, vuole essere semplicemente un piccolo contributo per migliorare e rendere più efficace la presenza dell’Amministrazione sul territorio.

Di contro come cittadino chiedo che non ci si trinceri dietro le solite frasi di rito “Ci stiamo pensando, stiamo provvedendo, l’abbiamo attenzionato” ed invece si continua con l’annacamento cronico e con il rinvio sine die.                     

UTENTI

2014

 COMPOSTAGGIO

70

DIFFERENZIATA  

215

TOTALE

285

2015 87 625 705
2016      

I dati per il 2016 sono ancora provvisori ma vi è un’ulteriore crescita degli utenti.

Non tutti gli utenti che hanno effettuato la differenziata hanno raggiunto i limiti di 100/200/300 Kg., ma la maggior parte hanno avuto riconosciuto il beneficio.

Il Comune percepisce per ogni tonnellata di carta e cartone € 96

Il Comune percepisce per ogni tonnellata di vetro € 30, 89

Il Comune percepisce per ogni tonnellata di plastica € 250

Per quanto riguarda la raccolta dell’alluminio non è stata regolamentata da apposita convenzione con il Consorzio riciclatore e pertanto il Comune non percepisce nulla.

COSTO DI UNA TONNELLATA DI RIFIUTU SCARICATI A BELLOLAMPO € 128,55 (comprensivo di IVA)

Il dato che salta subito all’occhio è che più raccolta differenziata si attua, oltre ad un introito per il Comune, di concerto si ottiene una riduzione dei costi del trasporto a discarica, costi  che ricadono sui singoli utenti che regolarmente pagano.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.