Segnala a Zazoom - Blog Directory

Monreale, crisi del PD: “Forse c’è chi pensa di ritornare alle vecchie logiche di partito, ove i capicorrente, a tavolino compravano e si spartivano le tessere?”

Lettera aperta dell'ex tesoriere Biagio Cigno ai vertici del partito: "Il rischio è che molti militanti ed iscritti non si ritroveranno in questo PD nel quale hanno militato per anni"

Monreale, 26 febbraio 2017 – La crisi interna al PD monrealese, diviso in due fazioni contrapposte, sembra ancora molto lontana da una soluzione. Più volte i consiglieri comunali hanno auspicato un intervento dei vertici provinciali e regionali per sbloccare un’impasse che crea sempre più confusione nella gestione della sezione locale del partito. A rimanere sbigottiti  e smarriti, di fronte a questo immobilismo, sono anche i semplici iscritti al partito.

A Monreale, inoltre, da tanto tempo si invocano chiarimenti inerenti il tesseramento 2016 degli iscritti, un procedimento mai portato a conclusione, e la cui urgenza viene maggiormente percepita in questi giorni in vista della partecipazione alle primarie di partito.

Il 5 febbraio il commissario Rubino ha convocato una riunione a Monreale, ad oggi non si registrano sviluppi.

Biagio Cigno, tesoriere del partito, in una lettera, che pubblichiamo integralmente, inviata al commissario Rubino, al segretario regionale Fausto Raciti, al segretario provinciale Carmelo Miceli, agli On. Cracolici, Lupo, Apprendi, Faraone e a tutti gli iscritti del circolo monrealese del PD, denuncia la latitanza degli organi superiori del partito e chiede un repentino intervento.

Chi scrive è un semplice iscritto al Circolo PD di Monreale, tenuto conto che con il Commissariamento tutte le cariche interne sono state azzerate in attesa di una soluzione definitiva. 

In data 7 dicembre scorso in un’altra lettera aperta indirizzata al Segretario Provinciale ed al Segretario Regionale, lamentavo la latitanza degli organi superiori al Partito che non avevano ancora preso una iniziativa per la soluzione delle problematiche interne al circolo di Monreale, che non sto qui a ricordare in quanto contenute nella mia precedente lettera aperta, comprese le dimissioni avvenute ai primi di maggio del 2016 del Segretario Cittadino Toti Zuccaro.

Nel mese di Gennaio 2017 (giorno 21) viene comunicato dalla Segreteria Regionale che Antonio Rubino ricoprirà la carica di Commissario del Circolo di Monreale.

Dopo due tentativi di riunione saltati per motivo logistici-organizzativi, finalmente, il 5 febbraio presso il salone del Collegio di Maria, viene convocata dal Commissario Rubino una riunione, di Segreteria/Direttivo/iscritti e simpatizzanti (dal testo del messaggio non si comprendeva a chi era indirizzata la convocazione e molti non sono stati nemmeno avvisati).

In quella sede, dopo avere ascoltato i vari intervenuti, il Commissario Rubino alla fine concludeva che avrebbe costituito una commissione composta da Ignazio Davi’ e Manuela Quadrante, che assieme a lui avrebbero lavorato ad una bozza di programma che doveva, nelle intenzioni, cercare di fare chiarezza tra le varie componenti del Partito ed avrebbe poi posto la sintesi agli iscritti in una riunione successiva per una eventuale approvazione.

Orbene, sono passati più di venti giorni, la Commissione non si è mai riunita e non ha proceduto a nessun lavoro.

Il Commissario Antonio Rubino da quel giorno non si è più visto malgrado gli impegni presi ad essere presente a Monreale e ad avviare contatti con il Sindaco, gli Assessori ed i Consiglieri eletti nel PD.

Una piccola digressione: nel giorno della convocazione (5 febbraio), chiesi al Commissario Antonio Rubino, nel mio intervento, di fare chiarezza sul tesseramento del Circolo di Monreale. Mi rispose che alla fine, nel suo intervento conclusivo, avrebbe dato delle risposte certe: risposte mai date.

Ora, da semplice iscritto, e come me la pensano molti iscritti che non hanno nessun vincolo di appartenenza al deputato di riferimento, chiedo alle Signorie loro di voler dare ai militanti ed iscritti al Circolo di Monreale delle risposte certe sul tesseramento.

Le tessere del 2016 non sono state mai consegnate, malgrado regolarmente pagate e consegnate alla sede provinciale; si parla di rinnovo di tesseramento per il 2017, ma che è impossibile attuare in quanto non sappiamo (si fa per dire) gli iscritti convalidati; non è stata avviata da parte del Provinciale una seria campagna di tesseramento e proselitismo e da quello che leggiamo dai giornali lo stesso tesseramento 2017, mai avviato,  si concluderà il 28 febbraio p. v..

Forse c’è chi pensa di ritornare alle vecchie logiche di partito, ove i capicorrente, a tavolino compravano e si spartivano le tessere?

Con quest’andazzo, nel non affrontare i problemi, postergandoli, facendo finta che non esistano, il rischio certo è che molti militanti ed iscritti, non si ritroveranno in questo PD nel quale hanno militato per anni e nella migliore delle ipotesi si asterranno dal votare.

In attesa di un sollecito riscontro invio un saluto”.

Monreale, 26 febbraio 2017

Biagio Cigno

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.