Cerimonia di inaugurazione dell’Anno Scolastico. Il 19 settembre a Sondrio una delegazione del P. Novelli di Monreale

1

Monreale 16 settembre 2016 – Il 19 settembre 2016, una delegazione della D.D. P. Novelli parteciperà alla tradizionale inaugurazione dell’Anno Scolastico, presso il Campus di Sondrio, alla presenza del Presidente della Repubblica, del Ministro dell’Istruzione e delle più alte cariche dello Stato. La cerimonia ospiterà, come ogni anno, le eccellenze del mondo della scuola, espressione del costante e prezioso lavoro che quotidianamente vede impegnati dirigenti scolastici e docenti nella crescita educativa, culturale e sociale dei cittadini di domani.

La delegazione della Novelli è stata invitata a partecipare all’evento, in virtù dell’impegno tangibile, dimostrato sulle tematiche della legalità, dell’integrazione e della cittadinanza attiva. La manifestazione, dalla precedente edizione, svoltasi a Napoli, alla quale aveva già preso parte, unica tra le scuole del comprensorio, la D.D. P. Novelli, è diventata itinerante, per un chiaro e preciso volere della Presidenza della Repubblica, quello di avvicinare i giovani alle istituzioni. Oltre a ricordare la centralità del ruolo svolto dalla Scuola nella Formazione e nell’Educazione dei giovani alla vita sociale del nostro Paese, Essa vuole richiamare l’attenzione anche sulle molteplici opportunità che le scuole italiane devono offrire agli alunni, dando loro maggiori occasioni di crescita personale, di studio e formazione civica anche attraverso l’arte, la musica, lo sport, la danza e la recitazione. Tali percorsi educativi sono stati fortemente valorizzati dalla D.D. “P. Novelli”, che ha voluto e saputo affiancare alla prassi didattica tradizionale, opportunità educative, spesso innovative, declinandole in tutte i possibili itinerari espressivi, al fine di enfatizzare e supportare la necessità formativa e creativa dei “cittadini in fieri”. La Manifestazione, dal titolo “Tutti a Scuola”, verrà trasmesso alle ore 11,00 di lunedì 19 Settembre in diretta su RAI UNO.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.