Segnala a Zazoom - Blog Directory

Gomme tagliate, specchietti rotti, scritte volgari, vandali in azione nel centro storico di Monreale

“La notte Monreale sta diventando pericolosa. Ci sono troppi “scafazzati”, ho paura per le mie figlie quando rientrano la sera tardi”

Invocano una maggiore presenza delle forze dell’ordine, soprattutto nel centro storico, in via Benedetto D’Acquisto e in via Palermo. 

In queste settimane alcuni cittadini si sono trovati con le gomme delle proprie automobili tagliate, altri hanno subito la rottura dello specchietto.

Notizie che sembravano essere solamente triste appannaggio delle grandi metropoli, o meglio delle loro periferie, adesso riguardano sempre più spesso anche Monreale (così come tanti altri centri). 

“Per due notti di seguito sono state tagliate le gomme alle automobili” racconta una residente. Invece i resti degli specchietti rotti delle auto parcheggiate li abbiamo trovati in via D’Acquisto, nei pressi dell’ingresso dell’I.S. Guglielmo II.

“E poi ogni notte in via Palermo vengono sparati petardi, senza che nessuno intervenga”.

Ma non è finita qui. Ci sono poi le scorribande di ragazzi in ciclomotori o in scooter elettrici che la sera corrono a grande velocità per le vie della città.

Via Palermo è poi anche presa di mira da ragazzi che si divertono a imbrattare muri con scritte e disegni volgari fatti con pennarelli indelebili, come quelli che sono apparsi sulla pavimentazione in marmo vicino al portone della scuola “Badiella”.

“Questa zona di Monreale è diventata il Far West”, non ci sono regole che vanno rispettate.

Alla stazione dei Carabinieri però non è giunta alcuna denuncia. Sfiducia nelle istituzioni? Forse, ma anche paura di ritorsioni. Di certo c’è che i cittadini chiedono maggiore sicurezza. “La notte Monreale sta diventando pericolosa. Ci sono troppi “scafazzati”, ho paura per le mie figlie quando rientrano la sera tardi”.

2 Commenti
  1. PA scrive

    Buongiorno, anche io ho subito dei danni. Fatte le dovute denunce ma inutilmente.

    1. Rosi scrive

      Il cittadino è vittima predestinata….sacrificata sull’altare dell’accoglientismo scriteriato e del buonismo ideologico

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.