Real Celsi, tra buche e degrado, dove anche l’ambulanza interviene con grande difficoltà

Rifiuti di ogni genere, scarti di macelleria, buche, mancanza di illuminazione, Arcidiacono: "Accordo quadro alla firma, a breve gli interventi"

MONREALE – Il video che abbiamo girato su Real Celsi, borgata delle campagne monrealesi, racconta una storia di degrado. Rifiuti di ogni genere (anche scarti di macello), strade che non possono più essere denominate così, fanno da cornice ad un centro densamente abitato, ormai durante tutte le stagioni dell’anno.

La strada, lunga circa 3 km, che dall’Acquapark giunge fino scorrimento veloce Palermo – Sciacca, non è illuminata, è cosparsa di buche, in alcuni tratti presenta avvallamenti e sembra prossima ad un cedimento. In vari punti dall’asfalto affiora l’acqua, segno evidente di tubature rotte. Un primo indice di pericolo. Come già avvenuto in altre strade periferiche, l’acqua potrebbe drenare il terreno sottostante la strada, causandone lo sprofondamento.

Per non parlare dei rovi che, invadendo la carreggiata, ne riducono l’ampiezza, costringendo le automobili a percorrere la strada a senso alternato.

Abbiamo incontrato alcuni residenti, tra questi la famiglia Albano. Da generazioni vive nella contrada. “Per anni non abbiamo mai visto amministratori – raccontano -. Poi, nel 2020, il sindaco Alberto Arcidiacono è venuto a verificare di persona le condizioni della strada. Da allora attendiamo che chi di competenza si decida ad intervenire. La strada è pericolosa, soprattutto al buio, abbiamo rotto gli ammortizzatori delle auto, gli pneumatici. Non è percorribile di sera con ciclomotori”.

Un residente ci racconta della difficoltà incontrata quest’anno da un’ambulanza per giungere alla sua abitazione. “Era costretta a muoversi a passo d’uomo per le buche. Io all’interno, adagiato sulla lettiga, sobbalzavo”.

Alcuni giorni fa il consigliere comunale di Forza Italia Mimmo Vittorino, residente nella contrada, ha postato su FB una fotografia che lo ritraeva intento a coprire con il cemento una buca. Una immagine provocatoria, certamente non risolutiva del problema. Le buche sono centinaia.

Negli anni anche altri residenti hanno provato a coprirle con della terra, che inevitabilmente è stata portata via dalle prime piogge.

Alberto Arcidiacono – sindaco di Monreale

Sulla questione abbiamo sentito il sindaco Alberto Arcidiacono che promette un intervento: “Ho fatto personalmente il sopralluogo alcuni mesi addietro. Ho spiegato ai residenti che avremmo dovuto aspettare la stipula del nuovo accordo quadro che, posso adesso confermare, è alla firma. Consideriamo anche che non é tutto di nostra competenza, ma ciò nonostante faremo un intervento su via Real Celsi”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.