MAD: cos’è, come funziona e come iscriversi

0

Iscriversi al programma della MAD è piuttosto semplice e può portare ottimi risultati in termini di ricerca del lavoro nel settore dell’istruzione. Grazie alla messa a disposizione infatti è possibile entrare nella scuola come professione di supplente a media o breve durata, sia in quella tradizionale diurna, in quella notturna e anche nella scuola paritaria. E’ possibile in verità trovare lavoro anche come personale ATA oppure ricoprire il ruolo di docente fisso. 

Quando ci si iscrive al programma di messa a disposizione si accumulano punti. per il punteggio di servizio. Il numero dei punti ovviamente cambia in base al numero di giorni di supplenza che si sono prestati come docenti con un contratto a tempo determinato. Sappiamo bene anche quanto sono importanti perché possono condizionare molto il futuro lavorativo di una persona. Un solo punto può cambiare completamente la situazione. 

Grazie al programma MAD è decisamente più facile entrare nel mondo scolastico come insegnante e accumulare così punti per le graduatorie. Facilita l’invio delle richieste nelle varie scuole a un prezzo piuttosto contenuto. 

Come si invia la richiesta?

La richiesta è davvero facile da inviare perché è tutto in forma telematica. Per iscriversi al programma di messa a disposizione si invia la richiesta direttamente dalla pagina web specializzata e dedicata. Basta compilare il form online con tutti i dati richiesti, che sono i dati anagrafici, i dati relativi al curriculum e la/le provincie dove ci interessa lavorare. 

Può essere infatti inoltrata una richiesta per più province. Ovviamente per poter inoltrare la richiesta occorre anche possedere tutti i requisiti per poter insegnare. Se così non fosse viene scartata immediatamente dall’esaminatore. 

Quando il form viene compilato e poi inviato, l’esaminatore controlla la richiesta e se viene accettata la invia agli istituti delle province segnalate dall’aspirante docente, il quale come conferma riceverà un’email di avviso con i dati accesso per l’area riservata dove è possibile controllare a quali istituti è stata inviata la richiesta. 

Il periodo migliore per inoltrare la richiesta

Il periodo migliore per inoltrare la richiesta alla messa a disposizione è luglio. Cioè il periodo in cui i direttori scolastici iniziano già a cercare i supplenti per l’inizio dell’anno scolastico nuovo. Un altro buon momento per inviarla è dopo le vacanze natalizie e infine a giugno, quando le scuole iniziano a cercare insegnanti che possono tenere i corsi di recupero durante l’estate. 

Il costo e punti

Infine analizziamo la questione dei prezzi e quella dei punti. Il programma richiede di pagare 19€ per ogni provincia che è stata scelta e per un grado d’istituto. Se vengono scelte più province e più grandi di istituto per ogni combinazione c’è bisogno di un pagamento supplementare di 10€. 

I punteggi, importantissimi per poter entrare poi nella graduatoria come insegnanti di ruolo, vengono accumulati. Per 16 giorni consecutivi si ottiene 1 punto. Per un periodo che va dai 76 ai 105 giorni invece si ottiene un punteggio di 6. Il massimo che si può ottenere invece è di 12 punti e si riceve quando si prendono incarichi di minimo 166 giorni. 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.