Segnala a Zazoom - Blog Directory

Contrasto all’emergenza cimiteriale, tra loculi prefabbricati, nuovo campo di inumazione e loculi in prestito

In attesa del cimitero di Pioppo diversi gli interventi, Pupella: "Entro l'estate 108 nuovi loculi"

MONREALE – Circa 200 loculi in attesa di adeguata sepoltura giacciono all’interno del deposito del cimitero monumentale di Monreale. E di questa incresciosa situazione l’assessore al ramo, Geppino Pupella, ha chiesto scusa, a nome dell’amministrazione, nel corso della prima puntata di #FDTALK, il programma di approfondimento che questa testata ha lanciato la scorsa settimana (questa sera la seconda puntata sulla devozione al SS. Crocifisso).

Chiaramente si tratta di un problema atavico, ereditato dall’amministrazione Arcidiacono, che sta cercando di affrontarlo sotto varie linee di azione.

La costruzione del nuovo camposanto di Pioppo potrà essere la soluzione definitiva all’emergenza cimiteriale, ma perché la prima salma vi possa fare ingresso passeranno certamente anni.

Ed allora, come ha spiegato Pupella, sono state adottate delle soluzioni che nel breve termine potrebbero portare ad alleggerire in modo considerevole la situazione del deposito, così da dare degna sepoltura a chi l’attende anche da anni.

“Entro l’estate pensiamo di realizzare 108 loculi prefabbricati all’interno del cimitero monumentale di Monreale”, spiega l’assessore. Già il primo bando di un lotto di 64 loculi è stato fatto, e nei prossimi mesi verrà bandito il secondo lotto per altri 64 loculi.

Intanto è stata definita una variante urbanistica al piano di ristrutturazione urbanistica del cimitero comunale di Monreale per la realizzazione di un piccolo campo di inumazione che prevede 30 loculi. Il progetto, redatto dal geologo Gian Vito Graziano, è del giugno 2020. Ha ottenuto il parere favorevole dell’ASP e della Sovrintendenza ai Beni Culturali. 

“In considerazione delle tumulazioni che potremo fare, potremo eliminare le bare dal deposito”.

Altro intervento, ormai rodato, è quello relativo alla concessione, in via gratuita e per due anni, dei loculi liberi da parte delle società proprietarie.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.