Videosorveglianza all’interno di case di riposo ed asili, l’ARS approva la norma

5 milioni di euro destinati all'assistenza igienico sanitaria degli studenti disabili

0

PALERMO – È proseguito anche oggi l’esame della finanziaria regionale: con l’articolo 57 è stata incrementata di 3 milioni di euro la spesa annua da sostenere a favore delle borse di studio mediche. Carmelo Pullara Vice Presidente della Commissione Sanità all’Ars ha anche presentato un emendamento che è stato approvato, in cui ha specificato che il tirocinio per la formazione specialistica venga svolto presso i presidi ospedalieri delle Aziende sanitarie provinciali.

Con un emendamento trasversale (appoggiato dal Movimento Cinquestelle e da Forza Italia) è stato stabilito un cofinanziamento della Regione Siciliana di 600 mila euro che supporterà Anas per avvalersi dei lavoratori della ex Servirail e Ferrotel, che potrebbero essere impiegati per tutto il 2021 insieme a quelli della ex Keller alla vigilanza dei lavori di manutenzione stradale. 

Altri 3 emendamenti a firma Marianna Caronia sono stati approvati per 5 milioni di euro per l’assistenza igienico sanitaria degli studenti disabili, 300 mila euro per il trasporto sui mezzi pubblici ed una nuova, più flessibile, normativa sull’accoglienza di bambini e ragazzi in difficoltà all’interno delle comunità gestite dai Comuni o convenzionate con i Comuni. 

L’Ars ha anche previsto 5 milioni di euro in favore di forme di “spazi di aggregazione giovanile”. 

Soddisfatto il deputato regionale del Pd Michele Catanzaro che era già stato promotore nel 2019 delle legge che per la prima volta istituiva in Sicilia (unica regione che ne era priva) interventi in favore delle politiche giovanili. 

Approvato anche lo stanziamento che riconosce due milioni di euro alle isole minori, grazie ad una norma presentata da Giampiero Trizzino, responsabile nazionale delle politiche ambientali del M5S. “Qualche anno fa – dice il deputato – abbiamo iniziato un importante lavoro di tutela e valorizzazione delle isole di Sicilia, che si è interrotto a causa della fine della legislatura. Oggi con questa norma riprendiamo quel lavoro, riconoscendo due milioni di euro alle isole minori per tutto ciò che riguarda il sistema della portualità. È un bel risultato, ma è soltanto l’inizio di un percorso che deve necessariamente riprendere”. Approvata anche la norma che prevede l’installazione di impianti di videosorveglianza all’interno di case di riposo ed asili, già presentata come disegno di legge da Michele Catanzaro del PD, e quella che consente ai Comuni la possibilità di attivare i controlli nelle strutture di accoglienza per anziani.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.