Monreale, branco di cani per la città, diversi ormai gli episodi di aggressione

Apparentemente innocui, hanno spaventato o aggredito ciclisti, motociclisti, ma anche pedoni: "Sono i cani del sindaco, che se ne preoccupi"

1

MONREALE – “Mentre ero in bicicletta in via Strada Ferrata i tre cani mi si sono avvicinati ringhiando – ci scriveva circa un mese fa una ragazza -. Mio cugino, che ama correre, si porta  sempre dietro un bastone”. “Andando a scuola (liceo Basile/D’Aleo, ndr) uno dei tre cani, quello nero, mi ha aggredito – racconta uno studente – Mi sono dovuto mettere a correre per sfuggirgli ”. “La settimana scorsa mi trovavo sullo scooter nei pressi della rotonda di via Biagio Giordano – è un’altra ragazza a raccontare la sua esperienza -. I tre cani si sono avvicinati con fare minaccioso, si sono allontanati solo dopo che alcuni uomini sono scesi dalle loro automobili e li hanno cacciati”.

Queste sono solo alcune delle segnalazioni che ci sono giunte sulla presenza di un piccolo branco di cani, sarebbero solo tre, di solito innocui, ma a volte capaci di fare paura se non di aggredire. Poche ore fa l’ultima segnalazione: “Sono sempre loro, gli stessi tre cani. Questa mattina, intorno alle 07,40, mentre mi recavo al liceo, il cane nero mi ha ringhiato. È successo in via Venero”. 

I cani stazionano prevalentemente al parcheggio Torres, ma poi è facile vederli andare in giro per il paese, magari rovistando tra i sacchetti dei rifiuti. Sono ormai abituati a stare tra le persone, e per questo raramente assumono atteggiamenti aggressivi, ma a volte è capitato. Forse perché hanno visto una minaccia nel rombo di una motocicletta, e nella bicicletta che gli si avvicinava.

Spesso li si vede scodinzolare, ma a volte assumono un atteggiamento minaccioso, come riporta il signore autore del video girato all’interno del parcheggio Torres: “Quella volta erano in cinque. Ho avuto difficoltà a raggiungere l’automobile. I cani mi avevano accerchiato”.

Alcuni residenti hanno timore di incontrarli quando sono a spasso con il proprio cane.

A più voci viene chiesto un intervento da parte delle istituzioni, prima che qualcuno possa farsi seriamente del male: “Sono i cani del sindaco, che se ne preoccupi”.

1 Commento
  1. Laura scrive

    È una situazione insostenibile.Dobbiamo ringraziare il nostro caro sindaco e la signora Sciortino Donatella che sta contribuendo alla permanenza di questo branco in giro soprattutto nelle parti di Via XVI marzo,via Biagio Giordano e zone vicine.f

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.