“Le Vie dei Tesori”, viaggio nei monumenti e passeggiate storico-naturalistiche

Crisantino: "Monreale non ha bisogno di presentazioni, ma è necessario distribuire l'attenzione su tutto il nostro territorio e non solo sul Duomo"

0

MONREALE – Prenderà domani avvio la manifestazione de “Le Vie dei Tesori”. Dal 10 Ottobre all’1
Novembre  saranno dieci i siti aperti al pubblico e tre le passeggiate storico-naturalistiche. E’ stato presentato questa mattina, nella Chiesa di Maria SS. degli Agonizzanti, il percorso monrealese coinvolto nella Manifestazione de “Le Vie Tei Tesori”.

“Monreale non ha bisogno di presentazioni, ma è necessario distribuire l’attenzione su tutto il nostro
territorio e non solo sul Duomo” afferma la professoressa Amelia Crisantino, coordinatrice del progetto
per Monreale, che ha ringraziato tutti i giovani volontari che hanno reso possibile la messa in pratica
del progetto grazie al loro contributo. Ed è proprio ai giovani che Padre Gaglio ha rivolto l’attenzione, invitando l’istituzione scolastica ad una sensibilizzazione verso il patrimonio storico-culturale, sia materiale che immateriale della cittadina monrealese. “Riappropriarsi del territorio – commenta – e creare un legame di appartenenza con esso diventa la sfida più grande, spesso coloro che vanno via sono quelli che potrebbero dare un maggior contributo alla
città”.   “Le Vie dei Tesori”, nasce da una start-up all’interno dell’Università degli Studi di Palermo. “Questo mostra – dice  Laura Anello, presidente dell’associazione Onluscome – come l’iniziativa sia una vera e propria manifestazione di comunità, i luoghi sono tasselli di entità comunitarie e danno l’opportunità di recuperare un’identità”.

Nonostante il grande coinvolgimento turistico, l’evento annuale non nasce come realtà turistica, eppure,
dagli ultimi dati emersi è stato possibile mettere in luce come “Le Vie dei Tesori” abbia contribuito al
potenziamento del turismo siciliano riempendolo di contenuti. Come afferma l’assessore Ignazio Davì, inoltre, nel progettare il percorso sono state tenute in considerazione non soltanto le grandi bellezze monumentali del centro storico della nostra città, ma anche le periferie, i quartieri storici e alcuni percorsi volti a riscoprire alcuni dei beni culturali e naturali spesso dimenticati.  In conclusione, il sindaco Alberto Arcidiacono, a nome dell’amministrazione, esprime il pieno appoggio alla manifestazione e invita tutti a “guardare la propria città e il tessuto sociale che vive il territorio per comprendere ciò che la bellezza trasmette e acquisire consapevolezza di ciò che si possiede”.  Soltanto se si riesce a comprendere il processo di innamoramento della bellezza è possibile poterla raccontare.

I luoghi aperti al pubblico 

La Chiesa Di Maria SS. Degli Agonizzanti in via Chiesa Agonizzati n.2, la Chiesa Della Madonna Dell’Orto in Via Miceli n.106, la Chiesa Di San Castrense in Piazza S. Castrense n.5, il Collegio Di Maria e Chiesa SS. Trinità in Via Roma n.48, l’Ex Ospedale Di S. Caterina e Archivio Storico Comunale G. Schirò in Via Pietro Novelli n.5,Palazzo Cutò presso Largo Cutò n.6, il Palazzo Di Città in Piazza Vittorio Emanuele II .1, il Santuario Del SS. Crocifisso alla Collegiata in Via Umberto I, il Santuario Maria SS. Addolorata Al Calvario Delle Croci in Via Madonna Delle Croci e il Seminario Antino e la Biblioteca Ludovico II De Terres in Via Arcivescovado n.2.

Le tre passeggiate storico-naturalistiche

“Il Fiume Sant’Elia, tra Mulini e Lavatoi”, “I Quartieri Storici Ciambra e Pozzillo”, “Le Vie delle Fontane Storiche e delle Edicole Votive”. I

coupon sono acquistabili online su www.leviedeitesori.it o presso gli infopoint allestiti nelle città coinvolte.

Un coupon da 18 euro è valido per 10 visite
Un coupon da 10 euro è valido per 4 visite
Un coupon da 3 euro è valido per un solo ingresso
Un coupon da 6 euro è valido per la partecipazione a una passeggiata( previa prenotazione online)

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.