II percettori del reddito di cittadinanza controlleranno spiagge, ville e spazi culturali

I beneficiarie del Reddito di cittadinanza saranno messi a lavorare dalle 8 alle 16 ore settimanali

0

PALERMO – Circa 12.500 percettori del Reddito di cittadinanza verranno impiegati dal Comune di Palermo nella gestione dei mercatini, delle spiagge, delle aree verdi, in interventi straordinari di pulizia “leggera” delle strade, nei musei e negli spazi culturali.

A seguito del lockdown, sono stati sbloccati dal ministero del Lavoro i Progetti utili alla collettività (Puc) che erano pronti a partire da febbraio. I beneficiarie del Reddito di cittadinanza saranno messi a lavorare dalle 8 alle 16 ore settimanali.

Il Comune provvederà a pubblicare un avviso per gli enti privati, del volontariato e dell’associazionismo che vogliano introdurli nei loro progetti. Le spese saranno foraggiate da una parte del Fondo di contrasto alla Povertà nazionale che per Palermo ammonta a 7 milioni di euro.

“Sono diversi gli ambiti in cui i percettori del reddito di cittadinanza potranno essere utili alla comunità. Il Comune di Palermo ha dato seguito alla nostra proposta – dichiarano i parlamentari nazionali del M5s Roberta Alaimo, Valentina D’Orso e Adriano Varrica insieme al Sottosegretario Steni Di Piazza – e di ciò siamo soddisfatti. Come Governo abbiamo stanziato per il capoluogo siciliano circa 7 milioni di euro che serviranno a garantire maggiore sicurezza e servizi alla città”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.