CPI di Monreale, poche offerte di lavoro e nessun servizio di inserimento per lavoratori disabili e categorie protette

0

Monreale, 18 gennaio 2019 – È attivo il Centro per l’Impiego di Monreale, ma resta scarsa l’offerta lavorativa proposta, come anche nei centri delle altre città. L’ufficio di Monreale ha sede in via Venero presso l’ex Serit, e i cittadini monrealesi hanno già cominciato a usufruire del servizio, nonostante le difficoltà della settimana scorsa legate a un malfunzionamento della rete internet. Attualmente il centro conta un organico di dieci persone e tre sportelli disponibili.

Ma, sebbene il CPI sia operativo, la questione del lavoro rimane difficile da risolvere. Raramente le aziende si recensiscono ai CPI per la ricerca di personale, pertanto i centri non hanno i mezzi per proporre un’offerta alla sempre più crescente domanda di lavoro. Di fatto i posti di lavoro effettivamente trovati tramite i CPI sono sempre stati relativamente pochi, come ha spiegato la responsabile del Centro per l’Impiego di Monreale.

I servizi erogati dalla sede di Monreale sono di accoglienza, front office (DID, patto di servizio e tutto quanto riportato nel decreto legislativo 150/2015), servizi EURES, garanzia giovani, servizi per extracomunitari, promozione tirocinio, lavoratori Forestale, cantieri lavoro e cantieri servizi in collaborazione con i Comuni del comprensorio (in questo caso Piana degli Albanesi, Santa Cristina Gela e ovviamente Monreale), formazione professionale e domanda/offerta placement.

Per quanto riguarda le categorie protette è disponibile solo il servizio di informazioni e consultazione delle graduatorie, mentre non è stata ancora ricevuta alcuna direttiva per quanto riguarda il reddito di cittadinanza. Nessun servizio di orientamento studio, avviamento alla pubblica amministrazione e né tantomeno di inserimento lavoratori disabili e categorie protette (servizio, quest’ultimo, che viene erogato a Palermo).

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.