Gianfranco Miccichè torna a Sala D’Ercole, è il nuovo presidente dell’Ars

Gianfranco Miccichè è il nuovo presidente dell’Assemblea regionale siciliana. L’applauso liberatorio per la maggioranza scatta al voto numero 35 che gli consente l’elezione essendo oramai al terzo appello ed essendo in aula i presenti 69 per effetto dell’assenza di Pippo Gennuso. Ma il risultato di Miccichè non si ferma al minimo e, nonostante due franchi tiratori, quelli di sempre, arriva fino a 39 voti ottenendo i 33 voti della sua maggioranza (meno due franchi tiratori e un assente), i due voti di Sicilia Futura (Bandiera e D’Agostino), e 4 voti chiaramente dati dal Pd.

I franchi tiratori della maggioranza votano uno per Sergio tancredi del Movimento 5 stelle come aveva fatto già per due volte ieri e l’altro, stavolta, per Turano cambiando sempre deputato indicato. Claudio Fava si fa riconoscer votando per se stesso onde evitare equivoci. Votano compatti per Margherita La Rocca Ruvolo i 20 deputati 5 stelle mentre i deputati del Pd (11 in tuto) si spaccano con 7 voti a Nello Dipasqaule e 4 a Miccichè. A questo punto sarebbe facile pensare che i 4 voti siano quelli di Cracolici e compagni visto che i 7 renziani avrebbero votato il renziano Dipasqaule. Stanati, dunque, con questo sistema i voti per Miccichè di Sicialia Futura e corrente cracoliciana del Pd.

CONTINUA A LEGGERE SU BlogSicilia.it

 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.