Segnala a Zazoom - Blog Directory

Monreale. Premio di risultato al segretario generale. Forza Italia: “Premiata per il dissesto finanziario?”

Monreale, 25 novembre 2017 – La recente delibera di impegno di 15.876 € a favore del premio di risultato 2017 del segretario generale del comune di Monreale, la dott.ssa Domenica Ficano, ha sollevato alcune critiche tra i banchi dell’opposizione all’amministrazione Capizzi. I consiglieri di Forza Italia Antonella Giuliano e Giuseppe Guzzo hanno diffidato il sindaco Capizzi dal procedere a liquidare il trattamento premiale.

“Alla luce della recentissima conferma della dichiarazione di dissesto da parte della Corte dei Conti e soprattutto delle numerose osservazioni che continuamente la Corte muove nei confronti dell’amministrazione comunale (non da ultimo la constatazione dell’assenza del PEG e dei parametri per la definizione degli obbiettivi e dei criteri per poter determinare l’efficacia, l’economicità e l’efficienza dell’azione amministrativa), con una cittadinanza sempre più vessata da tasse spropositate e insostenibili, senza che a ciò corrisponda un equo corrispettivo in termini di piena efficienza dei servizi, ma soprattutto alla luce di una segnalazione ancora pendente avanti al Ministero della funzione pubblica (ancora non pronunciatosi) da noi consiglieri Guzzo e Giuliano sollevata lo scorso anno proprio in relazione alla liquidazione del premio di risultato al segretario generale per quasi 10 mila euro, tutto ci saremmo aspettati tranne che trovare, tra gli atti del comune, una determina dirigenziale con la quale si propone l’impegno di 15 mila euro in vista del riconoscimento del premio di risultato ancora una volta nei confronti del nostro segretario generale e l’approvazione dell’iscrizione del capitolo di spesa in bilancio da parte della stessa dott.sa Ficano”.

Per i consiglieri di Forza Italia il segretario sarebbe additato tra i principali responsabili della dichiarazione di dissesto finanziario del comune di Monreale disposto dalla Corte dei Conti il 17 ottobre 2017.

“Ci chiediamo a questo punto per cosa possa venire premiato visto che, così come afferma la stessa Corte dei conti, non è possibile definire gli obiettivi e il raggiungimento degli stessi a causa di lacune dei documenti contabili?

La premiamo forse per aver contribuito a portare al dissesto il nostro comune con la incapacità, più volte contestata e sottolineata dalla Corte dei Conti, nella gestione del settore patrimonio di cui è dirigente ad interim? 

Ci rendiamo conto che diversi attori di questa amministrazione ritengono ormai di poter fare impunemente tutto ciò che gli pare, senza alcun rispetto nei confronti dei cittadini costretti ormai da troppo tempo a subire questa impudenza.

Chiaramente, laddove dovesse venire liquidato l’ennesimo trattamento premiale, non ce ne staremo con le mani in mano e provvederemo ad integrare la segnalazione all’Ispettorato per la Funzione Pubblica presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Diffidiamo, quindi, il sindaco a procedere alla liquidazione.

Sarebbe oltre che non legittimo oltremodo oltraggioso verso la città e i suoi cittadini”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.