Monreale. Rimpasto in giunta: Gery Valerio in pole position. Fuori Nicola Taibi?

Taibi: "Nessuna richiesta mi è pervenuta. Continuo a lavorare"

Taibi: “Nessuna richiesta mi è pervenuta. Continuo a lavorare”

Monreale, 29 giugno 2017 – E’ sempre più accreditata, ma rimane ancora da confermare, la voce secondo la quale ci potrebbe essere a breve un nuovo avvicendamento in giunta. Si darebbe maggiore spazio ad Alternativa Civica, la lista rappresentata in consiglio comunale da 9 consiglieri di maggioranza. Il gruppo consiliare guidato da Toti Gullo ha appoggiato nel corso di questi tre anni le posizioni del primo cittadino, ma adesso chiede di incassare la lealtà dimostrata con una maggiore rappresentatività in giunta. 

In questi ultimi mesi i primi malumori sono emersi, ed anche in aula sono stati mandati segnali al primo cittadino che, sembra, si trovi adesso sul punto di cedere alle richieste. Alternativa Civica non accetta di trovarsi in una posizione sbilanciata rispetto agli alleati del PD che godono di tre assessori e del Presidente del Consiglio. Il dibattito all’interno del gruppo è stato molto animato, i conflitti a volte aspri, ma sembra che alla fine ci sia stata la convergenza, non certo all’unanimità, intorno al nome del consigliere Gery Valerio.

A pagarne le spese potrebbe essere l’assessore Nicola Taibi, che abbiamo interpellato: “Al momento non ho avuto alcuna richiesta in merito, e continuo a lavorare con fatto in questi tre anni”.

Taibi non conferma l’ipotesi di avvicendamento. Certo è che, non avendo una protezione in consiglio comunale, la sua poltrona potrebbe effettivamente vacillare. Taibi si è sempre definito un assessore di estrazione politica e non tecnica.

Tre anni di assessorato. Una nomina designata durante il ballottaggio per le amministrative 2014 che ha visto la sua lista, “Autonomia e Libertà”, appoggiare sin dalla prima ora il progetto Capizzi. Il gruppo politico però rivendica il proprio diritto ad essere rappresentato in giunta perché, anche se non è riuscito ad esprimere consiglieri comunali, con il suo appoggio ha contribuito alla nascita dell’amministrazione Capizzi.

Ma, si sa, la ragione politica deve chinarsi alla logica dei numeri. E la matematica sostiene oggi le ambizioni di Alternativa Civica.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.