Segnala a Zazoom - Blog Directory

Monreale, perde la condotta comunale e si allaga un appartamento, il comune paga 15.000 €

Si allaga appartamento in via Umberto I, il comune di Monreale ammette la responsabilità dei danni

MONREALE – Il comune di Monreale verserà 15.000 € al sig. F. D. M. Al termine di una lunga trattativa tar le parti, a titolo di risarcimento per i danni causati al suo appartamento in seguito alla rottura di un tratto della condotta idrica comunale.

Più volte abbiamo visto l’ente difendersi per richieste risarcitorie legate a cadute dovute alla presenza di buche per le strade, nei marciapiedi, o per gradini rotti. Questa volta il comune è stato chiamato a rispondere ad una differente richiesta risarcitoria presentata da un cittadino residente in via Umberto I. 

Il 19 gennaio 2019, in seguito alla rottura di un tratto della condotta idrica comunale, l’appartamento del sig. F. D. M., ubicato ad un livello inferiore a quello stradale, si era allagato. 

Il suo legale, l’avvocato Francesco Pepe, in prima istanza aveva chiesto un risarcimento di € 18.708,00, per poi addivenire ad una proposta di negoziazione di € 16.500,00.

Una cifra eccessiva secondo i tecnici comunali, che avevano stimato i danni in circa 10.000 €. Il comune aveva quindi proposto un accordo transattivo, con il pagamento di € 10.000,00 a titolo di risarcimento danni, e di € 1.500,00 per spese di procedura. Una proposta ritenuta troppo distante dalla controparte, che ha così deciso di rivolgersi al Tribunale.

Il comune aveva quindi conferito l’incarico di assistenza legale all’avv. Maria Grazia Primizio che ha accertato la responsabilità del comune di Monreale. Il legale ha presentato memoria difensiva contestando solo la quantificazione dei danni subiti dalla controparte, e, tenuto conto del primo tentativo di conciliazione non andato a buon fine, ha ritenuto di voler procedere nuovamente in tal senso, proponendo un risarcimento di 15.000 €. L’importo, comprensivo di spese legali, è stato accettato dalla controparte.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.