Segnala a Zazoom - Blog Directory

Torna all’Orto Botanico Biodì, Fiera della Biodiversità. Prodotti tradizionali, piatti gourmet e contest food

Palermo, 9 maggio 2019 – Comincia questo fine settimana la Fiera della Biodiversità Alimentare, che si terrà presso l’Orto Botanico di Palermo. Si tratta della quinta edizione di “Biodì”, un vero e proprio salone del gusto delle eccellenze agroalimentari di Sicilia. Protagonisti dell’edizione di quest’anno saranno i Parchi naturali siciliani e le isole di Ustica e Pantelleria.

A finanziare l’iniziativa il Dipartimento Regionale dell’Istruzione e della Formazione Professionale, che ha dato vita a una kermesse internazionale organizzata dall’Università degli Studi di Palermo e dall’Istituto per la Dieta Mediterranea. Dal 10 al 12 maggio i viali dell’Orto Botanico di Palermo saranno arricchiti dalla presenza di eccellenze agroalimentari e vitivinicole provenienti dai “Templi della biodiversità di Sicilia”: il parco delle Madonie, il parco dell’Etna, il parco dei Nebrodi, il parco dei Sicani, il parco fluviale dell’Alcantara, il parco Nazionale dell’isola di Pantelleria ed area marina protetta dell’isola di Ustica.

Aziende, produttori, coltivatori “agrifood”, enti pubblici e mondo della ricerca: questi i soggetti chiamati a confrontarsi in questo evento che ha come obiettivo il “fare rete” nel settore per promuovere una corretta alimentazione. Saranno organizzati momenti conviviali e formativi con gli chef dell’Associazione Provinciale Cuochi e Pasticceri di Palermo, i ristoratori del territorio e gli operatori del settore dell’alimentazione.

“Anche quest’anno la Fiera della Biodiversità mira a fare cultura dell’alimentazione attraverso momenti formativi e di conoscenza delle straordinarie eccellenze agroalimentari siciliane – spiega Francesca Cerami, direttore generale IDIMED -; tra gli obiettivi di Biodì anche quello di creare sinergie concrete tra enti pubblici, di ricerca, di alta formazione, ordini professionali e imprese per promuovere un corretto stile di vita, ma anche una rinnovata educazione ambientale”.

“Questa edizione sarà la vetrina per tanti produttori ed agricoltori che lavorano ogni giorno seguendo i canoni della sostenibilità ambientale e della salvaguardia della biodiversità alimentare in Sicilia – prosegue Cerami -; forte la risposta del settore enogastronomico palermitano: ben 13 chef e pizzaioli hanno aderito al contest food inserendo nel loro menù un piatto che racconta il cibo dei parchi e che sarà possibile degustare per tutta la settimana dall’11 al 18 maggio”.

Nello specifico sarà possibile apprezzare il “gelato mediterraneo – 100% Sicilia”, produzione del parco delle Madonia preparato senza coloranti, conservanti o aromi artificiali dal maestro Salvatore Naselli; dai monti Sicani arrivano piatti della tradizione ittico-casearia, mentre dei Nebrodi sarà possibile apprezzare l’ormai celebre suino nero e salumi tipici. L’azienda Tenuta Papale sarà portavoce dell’Etna, mentre Pantelleria e Ustica proporranno vino, lenticchie e i capperi IGP.

Tra le novità di questa edizione anche il contest food dal titolo “il piatto del Parco”, una sfida ai fornelli tra chef e pasticceri a cura del portale on line Cronache di Gusto. Inoltre convegni e momenti di formazione arricchiranno ulteriormente questi tre giorni all’insegna della valorizzazione delle tradizioni e della buona alimentazione.

La giornata conclusiva avrà come protagonista la pizza: gli alunni dell’istituto TED e gli chef-docenti prepareranno pizze gourmet a base di grani antichi siciliani e i visitatori potranno assaggiare gratuitamente le pizze speciali provenienti dai parchi siciliani.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.