Raccolta differenziata, agli anziani e ai disabili chi ci pensa? L’amministrazione attivi il porta a porta

Monreale, 14 dicembre 2018 – Sono passati ormai sei mesi da quando a Monreale è partita la raccolta differenziata, ma basta fare un giro per le vie del paese per rendersi conto che ancora molti cittadini non comprendono la sua importanza, dato che essa offre una valida alternativa al classico smaltimento dei rifiuti. Infatti, grazie al riciclo dei materiali, è possibile ridurre l’emissione di gas nocivi, dannosi per l’ambiente e per la salute. La campagna di sensibilizzazione organizzata dal Comune si è rilevata non sempre chiara e solo una piccola parte della popolazione ha compreso la sua importanza.

Tanto che non è raro vedere per le vie del paese e anche nelle periferie accumuli di sacchetti di spazzatura che creano delle vere e proprie discariche abusive. È pur vero che per molte persone, soprattutto gli anziani o i disabili, è impossibile, senza l’appoggio della famiglia, recarsi nei punti di raccolta o comunque depositare i rifiuti davanti la porta della proprie abitazioni.

Noi ragazzi vorremmo consigliare al Comune di organizzare un servizio porta a porta anche in periferia per queste persone impossibilitate a muoversi. A proposito della presenza dei topi che si aggirano per le vie del paese, pensiamo che il Comune debba attivarsi per un’adeguata derattizzazione perché siamo convinti che anche in questo senso la salute dei cittadini debba essere tutelata.

Gli alunni della III D
                 Coordinatrice Angela Cassarà

monrealePorta a Portarifiuti
Commenti (0)
Commenta