Monreale. Il cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato di Sua Santità, per la conclusione dell’anno giubilare del 750° anniversario della dedicazione della Basilica Cattedrale

Monreale, 25 aprile 2018 – Si terrà domani pomeriggio, alle ore 17,00, la conclusione dell’anno giubilare del 750° anniversario della dedicazione della Basilica Cattedrale di Monreale. Il 25 aprile 1267, primo lunedì dopo l’ottava di pasqua, la cattedrale fu consacrata alla Madonna dal Card. Rodolfo di Chevrieres, vescovo cardinale di Albano e Legato Apostolico di papa Clemente IV.

Domani sarà un momento di festa per la diocesi normanna che vedrà la partecipazione di numerose personalità.

Perla prima volta nella sua storia, Monreale ospiterà per l’occasione un Segretario di Stato di Sua Santità, il cardinale Pietro Parolin.

Saranno presenti anche i Cardinali Paolo Romeo e Francesco Montenegro e ben 15 vescovi siciliani oltre l’abate di San Martino delle Scale per il profondo legame alle origini benedettine del Duomo Monrealese.

Ed ancora, oltre i 9 sindaci del territorio saranno presenti il Dott. Gaetano Armao, Vice Presidente Regione Siciliana, la Dott.ssa De Miro, Prefetto Palermo, Leoluca Orlando, sindaco della Città Metropolitana di Palermo, la Principessa Beatrice di Borbone delle due Sicilie, il Gen. di Brigata Riccardo Galletta, Comandante della Legione Carabinieri Sicilia, il Gen. C.A. Sebastiano Galdino, Comandante Interregionale della Guardia di Finanza, il Col. Di Stasio Comandante Provinciale Carabinieri.

Presente anche una buona rappresentanza del governo siciliano: l’Assessore Regionale dei Beni Culturali, Dr. Sebastiano Tusa, l’Assessore Regionale del Turismo, Dr. Sandro Pappalardo, l’Assessore Regionale Energia, Dott. Pierobon, il Dott. Evgeny Panteleev. Ed ancora il Console Generale Federazione Russa, l’Avv. Maria Mattarella, Segretaria generale Regione Sicilia e l’Arch. Lina Bellanca, Soprintendente BB.CC.AA. Palermo.

Una grande festa della Comunità diocesana anche per la presenza di oltre 120 confraternite di tutta la diocesi.

“Dobbiamo essere grati al Signore  – dichiara Mons. Michele Pennsi, arcivescovo di Monreale – che ha arricchito la nostra Chiesa non solo di pietre d’oro ma di tante figure di santità. San Leoluca e San Bernardo da Corleone, la laica di A.C. beata Pina Suriano, la beata Madre Maria di Gesù Santocanale. Il venerabile arcivescovo Antonio A. Intreccialagli, il venerabile parroco mons. Giovanni Bacile, il venerabile fra Innocenzo da Chiusa Sclafani, la venerabile suor Maria Teresa di Gesù Cortimiglia. In questa cattedrale ha celebrato la sua ultima Eucaristia il beato don Pino Puglisi”.

È stato certamente un anno singolare caratterizzato soprattutto dalla speciale concessione di Papa Francesco, che ha fatto sperimentare la misericordia del Signore attraverso il dono dell’Indulgenza Plenaria del Giubileo.

Altrettanto importante è stata la lunga riflessione che attraverso convegni e celebrazioni, ha dato modo di cogliere il messaggio artistico, teologico, liturgico e catechetico-mistagogico che il Duomo di Monreale trasmette.

Per questo si sono celebrati tre convegni, ben 7 cicli di conferenze con ospiti internazionali che hanno visto impegnati nello studio e la ricerca le Università di Palermo, la Pontificia Facoltà Teologica di Sicilia San Giovanni Evangelista, l’Università Pontificia Santa Croce di Roma, l’Università di Friburgo, l’Università di Napoli e l’Università della Tuscia di Viterbo.

Tutti questi eventi di studio hanno coinvolto più di tremila presenze fra insegnati, studenti, professionisti, catechisti anche stranieri, ma altrettanti sono stati coinvolti in altri eventi come la settimana di Musica Sacra che ha visto la Cattedrale protagonista del percorso tematico arabo normanno dell’Unesco e la recente inaugurazione della mostra artistica celebrativa che ha già registrato in poche settimane numerosissime presenze.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.